Centreon: introduzione

Centreon

In questo post volevo presentare Centreon , un ottimo tool OpenSource il monitoraggio di applicativi ed infrastruttura.

Non si tratta in effetti di un applicativo standalone quanto piuttosto di una interfaccia web avanzata che wrappa lo stesso motore di check di nagios , offrendo tutta una serie di vantaggi che gli utenti nagios possono ottenere solo utilizzando al versione Enterprise XI, ovviamente previo pagamento.

L’installazione è piuttosto laboriosa, in quanto comporta il setup di Nagios come engine di base, del plugin NDO per l’esportazione dei dati su database, e (finalmente) di centreon stesso, ma il risultato finale vale decisamente lo sforzo.

Vi consiglio di seguire sia la procedura ufficiale del sito di centreon  sia questo utilissimo post  davvero ben fatto.

Centreon è in grado di utilizzare gli stessi check e plugin di nagios, oltre a mettere a disposizione una serie di plugin aggiuntivi proprietari.

Il grande punto di forza è che l’intera gestione di check, comandi, notifiche, reportistica, contatti può essere gestita interamente da interfaccia web, senza dover mai scrivere i classici file di configurazione dei comandi da importare a mano.

Inizialmente l’interfaccia di configurazione può sembrare piuttosto “densa” e scoraggiante vista la grande quantità di parametri gestiti, ma la learning curve, se si ha una buona pratica con nagios, è piuttosto rapida e in breve si riesce a padroneggiarla efficacemente.

E’ possibile organizzare i check tramite host/service groups e gestire ogni aspetto tramite template riutilizzabili esattamente come potreste fare con l’installazione classica di nagios, ma il tutto senza abbandonare mai l’interfaccia web.

Centreon permette sia di appoggiarsi all’engine di nagios sia di utilizzare un engine proprietario.
Analogamente i check remoti possono essere demandati al demone NRPE di nagios, oppure al Centreon Broker (ovviamente se utilizzare il Centreon Engine come motore principale).

Ovviamente, utilizzando gli engine/driver di nagios si ottiene una retrocompatibilità del 100% con qualsiasi installazione nagios pre-esistente che vi potreste trovare a dover migrare.

Inoltre l’interfaccia espone alcune funzionalità davvero fondamentali quale la gestione bulk dei check per quanto riguarda la ri-schedulazione o il downtime (riservata agli utenti nagios XI ) o della reportistica aggregata.

L’interfaccia è davvero ben organizzata ed ha un estetica curata e professionale.

  

    

Insomma concludendo Centreon è assolutamente consigliato soprattutto a chi ha già una buona conoscenza di nagios ma che vorrebbe velocizzare la sua gestione day-by-day e/o ottenere qualcosa di più dall’interfaccia grafica.

Entreremo nel dettaglio della configurazione di check e loro gestione nei prossimi post.

Annunci

3 pensieri su “Centreon: introduzione

  1. Pingback: Centreon: monitorare l’utilizzo di memoria | Around the Code

  2. Pingback: Centreon e Jolokia: monitoraggio applicativo | Around the Code

  3. Pingback: Ansible: server sotto controllo | Around the Code

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...